Visita Medico Sportiva a cura del Dott. Biasini V per il rilascio del Certificato di Idoneità Sportiva Agonistica e non.

Consiste in:Anamnesi, Test Urine, Spirometria, ECG Riposo, ECG Sotto Sforzo, Test VO2 MAX.

Certificati per l’attività sportiva agonistica

Ai sensi del D.M 18/2/1982 “norme per la tutela sanitaria della attività sportiva agonistica”, tutti i praticanti attività sportiva agonistica devono sottoporsi periodicamente al relativo accertamento d’idoneità.

Come prepararsi alla visita sportiva

  • un documento di riconoscimento (es:carta d’identità, passaporto, certificato anagrafico con foto);
  • ogni documentazione relativa ad esami e visite mediche effettuate in precedenza;
  • un documento di riconoscimento dell’accompagnatore (per gli atleti minorenni);
  • la richiesta prodotta dalla società sportiva di appartenenza, che ne attesti la qualifica di agonista;
  • il libretto verde dello sportivo (se ne è già in possesso);
  • i propri occhiali da vista, qualora ne fosse in possesso.

L’atleta minorenne al primo accesso deve essere accompagnato da un genitore;

Si consiglia di:

  • indossare un abbigliamento intimo sportivo ed un paio di calze antiscivolo,
  • non fare sforzi intensi (compresi allenamenti e partite) a partire dal giorno precedente la visita.

Un campione fresco di urine sarà prelevato al momento della visita.

Certificati per l’attività sportiva non agonistica

Chi deve fare il certificato

  • gli alunni che svolgono attività fisico-sportive parascolastiche, organizzate cioè dalle scuole al di fuori dall’orario di lezione
  • coloro che fanno sport presso società affiliate alle Federazioni sportive nazionali e al Coni (ma che non siano considerati atleti agonisti)
  • chi partecipa ai Giochi sportivi studenteschi nelle fasi precedenti a quella nazionale

Quando fare i controlli e quanto dura il certificato

  • Il controllo deve essere annuale
  • Il certificato ha validità annuale con decorrenza dalla data di rilascio

Quali esami clinici sono necessari

  • Per ottenere il rilascio del certificato è necessaria l’anamnesi e l’esame obiettivo con misurazione della pressione e di un elettrocardiogramma  a riposo.
  • Per chi ha superato i 60 anni di età associati ad altri fattori di rischio cardiovascolare, è necessario un elettrocardiogramma basale debitamente refertato annualmente
  • Anche per coloro che, a prescindere dall’età, hanno patologie croniche conclamate che comportano un aumento del rischio cardiovascolare è necessario un elettrocardiogramma basale debitamente refertato annualmente.
  • Il medico può prescrivere altri esami che ritiene necessari o il consulto di uno specialista